Consigli per fotografare di Notte

La fotografia notturna é il mio genere preferito, mi piace molto posizionare la macchina su un supporto e lasciare l’otturatore aperto per molto tempo e catturare l’interno di un locale, il passaggio di una macchina, di una persona oppure il classico paesaggio. Ma questa tecnica è più difficile di come può sembrare. Di seguito potete trovare qualche semplice consiglio per ottenere il massimo dalle nostre foto notturne.

©AnalogMind2017
Introduzione

Sono sempre stato attratto dalla fotografia notturna, forse perché la notte è in grado di cambiare persino le scene più comuni, grazie ad un illuminazione più selettiva, dal passaggio di automobili, oppure per l’assenza delle persone. Tutto questo consente di scattare foto in una veste completamente nuova. In questo post voglio dare dei consigli utili a tutti coloro che vogliono approfondire questo argomento. Prima di procedere considerate che per fotografare di notte o con scarsa illuminazione avete bisogno di una macchina fotografica di qualità, io consiglio una macchina in grado di settare le impostazioni di ISO tempi e diaframmi, ad esempio una reflex così possiamo anche vedere bene quello che stiamo fotografando.

Occorrente

La fotografia notturna richiede molti accessori più o meno costosi, di seguito trovate un elenco con le cose più utili e importanti da usare!

-> Macchina Fotografica

-> Treppiedi

-> Cable Release

-> Pellicole

-> Lampade – Torce

 

©AnalogMind2017
Macchina Fotografica

La scelta della macchina fotografica è molto importante, in commercio ci sono molte fotocamere. La scelta va dalle classiche toycamera, macchine per lo più di plastica con mirino a stima, con queste fotocamere è più complicato ottenere un buon risultato. Alternativa più costosa ma allo stesso tempo più valida come fotocamera sono le Reflex, sistema più complesso dotato di specchio e mirino in grado di vedere e mettere a fuoco bene il soggetto! Con le Reflex oltre ad avere una messa a fuoco ottimale è possibile anche settare sia tempi e diaframmi e avere anche la posa B.

Con la Posa B è possibile lasciare l’otturatore aperto per tutto il tempo che vogliamo in modo da ottenere una lunga esposizione.

Treppiedi 

Anche la scelta del Treppiedi è fondamentale.. in commercio se ne trovano di tutte le dimensioni e portata! La scelta maggiormente gravita in base alla fotocamere da supportare (in base al peso della macchina e dell’ottica) e poi anche in base all’ingombro del treppiedi chiuso.

©AnalogMind2017
Cable Release 

I Cable Release non sono altro che dei scatti flessibili, ovvero dei cavetti che vanno avvitati al pulsante di scatto con all’estremità uno scatto.

©AnalogMind2016
Pellicole 

In commercio si trovano molte pellicole, per questo genere di fotografia consiglio l’utilizzo di pellicole con bassi ISO (50/100) in questo modo è possibile lasciare l’otturatore aperto più a lungo, avere una grana finissima.

Lampade – Torce 

Questi strumenti sono molto utili per illuminare un oggetto in particolare oppure per disegnare con la luce (Light Painting).

©AnalogMind2017
Scattare a “ManoLibera”

La prima cosa da tenere presente per non fare delle brutte foto notturne è tenere l’otturatore della fotocamera più aperto rispetto ai classici scatti diurni. Il problema connesso all’utilizzo dell’otturatore aperto per un tempo relativamente lungo sono le vibrazioni della fotocamera. Non è possibile tenere la fotocamera completamente ferma se la tieni con le mani. Questo comporta la classica foto mossa. Anche una lunghezza focale più lunga, aumenta gli effetti delle vibrazioni della fotocamera, infatti per la fotografia notturna è consigliato l’utilizzo di un obiettivo con lunghezza focale ridotta ad esempio un grandangolo (circa 18/28mm).

Qui potete vedere qualche esempio di foto notturne scattate a mano libera

Scattare di Notte

Possiamo mantenere una posizione stabile ma il rischi di muoversi e far uscire la foto mossa c’é sempre. La soluzione é un solido e stabile treppiede posizionato sul terreno in grado di garantirci un immagine priva di vibrazioni da parte della fotocamera e da noi stessi. Anche se posta su un treppiedi la macchina fotografica é ancora sottoposta a piccole ma fastidiose vibrazioni. Le vibrazioni dovute al tocco del pulsante di scatto possono causare leggere vibrazioni che si stabilizzano dopo uno o due secondi e possono influire sull’esposizione della foto. Per eliminare questa possibilità possiamo utilizzare il Cable Release oppure se presente nella macchina la funzione di scatto ritardato (autoscatto).
Con il Cable Release azzeriamo del tutto la possibilità di vibrazioni da parte della fotocamera e in più posizionando la macchina sulla posa B abbiamo la possibilità di avere un esposizione lunghissima nel tempo anche di diverse ore, basta bloccare il pulsante del Cable Release e sbloccarlo per fermare lo scatto.

Di seguito potete vedere qualche foto scattata con la Pentax MX e l’utilizzo di un treppiedi e di un Cable Release:

Come accennavo prima é possibile utilizzare la posa B, ma in questo caso non bisogna tener conto di ciò che l’esposimetro della macchina legge infatti in base alla sensibilità ISO della pellicola dei diaframmi noi dobbiamo ricavarci un tempo di esposizione adatto a non far uscire la foto n’è sovraesposta e n’è sottoesposta.

©AnalogMind2017

È possibile anche variare il diaframma del nostro obiettivo per ottenere effetti differenti ad esempio con diaframmi bassi otteniamo una foto meno nitida, con scarsa qualità e con la presenza di qualche aberrazione cromatica…

Mentre con diaframmi alti le fonti di luce diventano molto più interessanti, formando una specie di “stellina”. La quantità di raggi della “stellina” dipende dal tipo di obiettivo che utilizziamo.

Conclusioni
Come potete vedere ci sono molti accorgimenti per ottenere una buona foto di notte, questa è solamente una base su cui sperimentare e studiare. Ci sono tantissimi accorgimenti che possono migliorare un classico scatto. Ovviamente questi suggerimenti possono essere utilizzati anche con l fotografia digitale.
E voi, cosa ne pensate?
Avete mai scattato di notte? Conoscevate già questi suggerimenti?

Comments

comments

Lascia un commento