Deviazioni Lomografiche, FilmSoup: Un rullino alla birra

Continuano i miei esperimenti sulla manipolazione delle pellicole per creare effetti unici e irripetibili. Oggi vi propongo una nuova FilmSoup da provare subito. Questa zuppa è molto semplice e veloce da realizzare ma dall’effetto veramente unico 🙂

Occorrente

Per fare questa Zuppa occorrono poche cose:
⇒ Un Bicchiere
⇒ Birra (temperatura ambiente)
⇒ Per finire un rullino che ci farà da cavia.. Nel mio caso un Fuji Color 200

©AnalogMind2017
Procedimento

Bene possiamo iniziare 🙂

Come detto prima l’esperimento é molto semplice basta prendere un bicchiere riempirlo con i nostri rullini.

Ora non resta che versare la birra, fate attenzione ad immergere i rullini del tutto!

©AnalogMind2017

 

Questa è in assoluto la parte più lunga e noiosa di tutto il procedimento.. Aspettare..
Infatti dobbiamo lasciare a mollo il nostro rullino nella birra per almeno due notti.

Passate le due notti possiamo gettare la birra e mettere ad asciugare il nostro rullino.

Asciugatura

In questo caso possiamo scegliere 2 strade:

La più semplice ma anche la più lunga é quella di lasciare i nostri rullini ad asciugare da soli (in media ci vogliono un paio di settimane).

Alternativa per un asciugatura più rapida é quella di utilizzare il phone. In questo caso tutto il procedimento va svolto al buio più completo, altrimenti rischiamo di bruciare la pellicola con la luce. Ovviamente una volta finito di asciugare la pellicola, sempre al buio dobbiamo riavvolgerla e lasciare un pezzetto di coda per inserirlo nella macchina.

Test

Ora indifferentemente dal sistema di asciugatura adottato il risultato non cambia! Non resta che inserirlo nella macchina e iniziare a scattare normalmente e aspettare i risultati.

Qui potete vedere qualche esempio:

Conclusioni

Questa volta ho voluto provare con la Pentax MX, come potete vedere le foto presentano una dominante violacea su tutte le foto, a mio avviso molto gradevoli.

P.s. Il rullino è stato sviluppato in casa con il Kit Tetenal C-41 a 38°

E voi, cosa ne pensate?

Eravate già a conoscenza di questa tecnica/movimento? Pensate di provare a fare questa ricetta?

Comments

comments

Lascia un commento